23 Gen 2015

Oli essenziali Gold – L’essenza dell’intera pianta nell’olio essenziale Gold.

0 Commenti

Gli oli essenziali Gold sono una scoperta di Argital, nata dopo un lungo approfondimento sulla visione della pianta tripartita: radice, foglia, fiore.
Con il metodo Gold vengono risvegliati in ogni olio essenziale due toni profumati. Nell’o.e. di Rosa viene risvegliato il profumo della foglia e della radice, nell’o.e. di Menta viene risvegliato il profumo del fiore e della radice, e nell’o.e. di Zenzero viene risvegliato il profumo del fiore e della foglia. Quando odoriamo la rosa sulla pianta percepiamo il suo tipico profumo e, in esso, oltre al profumo del petalo che è predominante, è presente anche il profumo della foglia e della radice. Quando odoriamo l’o.e. di Rosa percepiamo sì l’odore tipico, ma in maniera più forte e più pungente. Il forte e il pungente si percepiscono non  solo perché l’o.e. è concentrato, ma perché in esso non si manifestano né il tono profumato della foglia né quello della radice.
Tali toni profumati conferiscono al fiore, quando è sulla pianta, un bouquet più delicato, più equilibrato e più armonico. In tutti gli o.e. sono dormienti due toni profumati relativi alle due parti della pianta che non vengono distillati. Negli o.e. distillati dai fiori, sono dormienti i toni profumati della foglia e della radice. Negli o.e. distillati dalla foglia sono dormienti i toni profumati del fiore e della radice. Negli o.e. distillati dalla radice sono dormienti i toni profumati della foglia e del fiore.
Argital, immaginando la pianta tripartita anche nell’o.e., ha scoperto che, trattando tali o.e. con metalli e pietre preziose, e utilizzando anche la dinamizzazione e le forze dell’alba e del tramonto, è possibile ottenere nell’o.e. sottoposto a questo processo un profumo diverso da quello dell’o.e. di partenza.
Il metodo Gold è un procedimento fisico che non aggiunge né toglie nulla all’o.e. di partenza, bensì risveglia delle qualità dormienti in esso.
L’o.e. Gold emana un profumo più delicato, più ricco, più equilibrato dell’o.e. non Gold. Tali differenze sono nettamente percepibili dall’olfatto.
Tutti gli o.e., convenzionali, bio o Demeter, possono essere trasformati in o.e. Gold.
Oltre al test olfattivo che permette di percepire immediatamente la differenza di profumo tra un o.e. Gold e non Gold, sono stati eseguiti i seguenti test:

  • il test di cristallizzazione sensibile, il primo eseguito, dimostra quanto sia migliore sul piano qualitativo l’immagine sviluppata dall’o.e. Gold rispetto allo stesso non Gold;
  • il test di sensibilizzazione cutanea, o patch test, che è risultato negativo. In altri termini l’o.e. Gold applicato sulla pelle non provoca arrossamento;
  • il test di allergenicità, che ha dimostrato quanto sia più basso il potere allergizzante dell’o.e. Gold comparato con lo stesso o.e. non Gold;
  • il test della vitalità cellulare ha dimostrato che “la vitalità cellulare delle cellule trattate con o.e. di Timo Gold, risulta significativamente superiore rispetto a quella delle cellule trattate con la stessa concentrazione di Timo non Gold”;
  • il test microbiologico, tutt’ora in corso;
  • il test condotto da Argital in collaborazione con un istituto universitario di botanica, riguardante il maggiore o minore potere germinativo degli o.e. Gold rispetto agli stessi oli non Gold.

Come è noto, gli oli essenziali vengono utilizzati nella cosmesi, nella profumeria, nell’aromaterapia, nell’alimentazione, nell’industria liquoristica e farmaceutica. Gli oli essenziali Gold, per le loro particolari qualità, e alla luce delle ricerche condotte fino ad oggi, rappresentano una nuova svolta nei suddetti campi e possono essere utilizzati anche in nuovi ambiti in cui l’uso degli oli essenziali tradizionali non è possibile.
Dr. G. Ferraro

[Vai a inizio pagina]
CHIUDI
CLOSE