24 Gen 2014

Passato e presente, cosmesi tradizionale e cosmesi naturale

0 Commenti

Il temine cosmetico deriva dal greco Kosmetikon che significa ” capace di abbellire”. Il cosmetico è legato alla bellezza fisica della persona, e nelle aspettative di ognuno di noi, una crema è il mezzo che ci può far diventare più belli o più seducenti e attraenti nel caso dei profumi. Il grandissimo successo che la cosmesi ha raggiunto in tutti gli angoli del mondo è legato alla speranza che il prodotto cosmetico dall’esterno possa migliorare veramente il nostro aspetto. Per raggiungere tale scopo nei cosmetici sono stati impiegati tutti gli ingredienti possibili, la maggior parte di sintesi, senza domandarsi se tali sostanze alla lunga e in dosi massicce, potessero avere un impatto negativo sulla persona e sull’ambiente.

Tutto ciò appartiene alla sfera della vanità e della cosmesi classica, gestita e portata avanti dalle grandi marche. Accanto a questa cosmesi chimica, di recente ne è nata un’altra, basata su una visione diversa, che lega la bellezza della persona non solo all’azione esterna delle sostanze ma anche al benessere generale delle persone. Tale bellezza diventa il frutto di un rapporto di natura interiore più armonioso e sereno con l’ambiente e con se stessi.

Nella cosmesi naturale la fonte della bellezza non è più la chimica ma la natura con le sue materie prime semplici, naturali, non aggressive e funzionali. Nella cosmesi classica il concetto di bellezza ruota attorno all’idea della molecola miracolosa, mentre nella cosmesi naturale, lo stesso concetto di bellezza ruota attorno al principio attivo naturale.  Due concezioni e due mondi diversi. Il passato che ha partorito la cosmesi classica, basata sull’idea, in fondo molto ingenua, che la chimica potesse risolvere tutti i problemi legati al naturale decadimento del corpo, e il presente che ha dato vita alla cosmesi naturale.

Quest’ultima più che ricercare gli effetti miracolosi in una crema, cerca di portare la persona a raggiungere, attraverso un uso consapevole dei prodotti, un livello di armonia con l’ambiente e con se stessa, due traguardi che diventano fonte di serenità e di bellezza nel viso e nel corpo delle persone.

La cosmesi tradizionale basandosi sulle sostanze di sintesi, porta sulla pelle un principio di sclerosi e come abbiamo visto ha verso l’ambiente un impatto ambientale molto forte. La cosmesi naturale, basandosi su principi attivi naturali, quali oli vegetali, estratti vegetali, argilla, ecc., porta sulla pelle un principio plastico ed ha un impatto ambientale molto soft. La differenza non è poca. Scegliere di utilizzare un cosmetico naturale oggi significa avere cura anche del benessere dell’ambiente. E’ una forma di attenzione che ci eleva e ci sgancia da un bisogno strettamente personale ed egoistico.

La cosmesi biologica costituisce un ulteriore passo avanti rispetto alla cosmesi naturale, perché offre al consumatore una garanzia in più sull’uso di materie prime certificate e su un impatto ambientale più basso possibile.  La cosmesi Demeter oggi, con tutti i limiti che presenta, dovuti alle ristrettezze del disciplinare, offre al consumatore il massimo della naturalezza. Per onestà bisogna sottolineare che nella cosmesi, naturalezza non significa automaticamente bellezza! La strada che dalla naturalezza conduce alla bellezza c’è ma è ancora tutta da percorrere.

[Vai a inizio pagina]
CHIUDI
CLOSE